Romeo Gestioni - Modello Gestione Strade

Modello Gestione Strade

Il modello Viabile in sintesi

Le strade cittadine da sempre rappresentano un costo per le Amministrazioni locali che le governano. Ma questo assioma oggi si può ribaltare, perché le strade, correttamente monitorate e gestite, possono diventare una risorsa per le stesse Amministrazioni.

Una nuova opportunità che può essere sfruttata grazie a un modello gestionale articolato che, a partire dalla manutenzione, per finire al censimento, regolarizzazione e messa a regime dei potenziali tributi che dalla stessa strada si possono ricavare, trasforma un tratto di strada urbana in una risorsa economica funzionale alle necessità del cittadino-utente e ai fabbisogni strutturali ed economici della collettività.

Il modello Viabile messo a punto da Romeo Gestioni ha un punto di forza nella sua semplicità: partire dalla conoscenza delle strade per poi regolarizzare e gestire attraverso una Centrale di Governo che realizza l’integrazione di tutti i servizi.

E' lo stesso modello che la Romeo Gestioni ha applicato con successo in tutte le gestioni complesse del territorio.

La conoscenza vuol dire, in questo caso, censire le strade, individuare e catalogare tutto quello che insiste sulle strade e sui marciapiedi. In pochi mesi si percorrono tutte le strade di una superficie urbana con appositi veicoli tecnologicamente attrezzati, acquisendo milioni di informazioni su ogni centimetro quadro di superficie e questo con attrezzature laser, con telecamere per infrarosso, con camere fotografiche che scattano tre foto ogni 10 secondi in tre direzioni differenti. Foto analizzate poi una per una per riempire una banca dati con milioni di informazioni, tutte geo-referenziate, cioè legate al territorio con la massima precisione, grazie alla connessione costante (nel caso di Roma la banca dati contiene 50 milioni di informazioni e i satelliti connessi sono 9).

Ma le strade sono vive, e le informazioni vanno aggiornate: ogni giorno e ogni notte  una squadra di autoveicoli misurata in funzione della rete da gestire le percorre tutte, sorvegliando e segnalando in modo automatico qualsiasi anomalia evidente, mentre un altro veicolo gira di notte per individuare, all’infrarosso, tutto quello che non è altrimenti visibile.

Regolarizzazione e Gestione

La regolarizzazione vuol dire progettare la messa a norma, mediante gli interventi di manutenzione straordinaria ma senza bloccare la città, grazie alle tecniche innovative già pianificate.

E gestire vuol dire utilizzare la conoscenza per pianificare la manutenzione ordinaria e straordinaria, per mandare sul posto le squadre di pronto intervento 24 ore su 24, per coordinare le attività delle società erogatrici di pubblici servizi che hanno spesso necessità di scavare le strade per lavorarci.

Finalmente un coordinamento in un’area che non ne ha mai vista molta, perché se prima non si "conosceva", ora è invece possibile pianificare. E questo vuol dire "valorizzare" il patrimonio viario, seguendo concretamente l’irreversibile trasformazione della città, che impone la ricerca della migliore integrazione tra modernità e storia, fra esigenze economiche e qualità della vita.

Una sfida che Romeo Gestioni ha accettato e vinto prendendo in concessione le strade grazie all'innovativo modello Viabile.

Il modello innovativo, approccio metodologico seguito

L’approccio metodologico seguito è basato su un adattamento del classico principio dei manuali di qualità: “plan, do, check, act”, attualizzato però attraverso l’introduzione di tecniche di pianificazione basate sui dati storici di durata degli interventi, sulla esecuzione tempestiva e con minimo disagio per la cittadinanza, su tecniche di misurazione dei risultati (non solo dei materiali) innovative, in quanto basate su misure oggettive e quindi su parametri controllabili, come il coefficiente di aderenza e la portanza.

Le misure continue delle caratteristiche strutturali e superficiali complessive, a valle della realizzazione degli interventi, garantiscono la fruibilità e la funzionalità della strada, ed in generale consentono di impedire, attraverso le opportune azioni correttive, la diminuzione del comfort di marcia aumentando anche la sicurezza.

I servizi erogati

Creazione di una Centrale di Governo per la gestione integrata di tutti gli aspetti del patrimonio in concessione. Le prestazioni della Centrale consistono nelle attività di call center, espletate mediante una centrale operativa attiva 24 ore su 24.

La Centrale di Governo ha l’attività propositiva di:

  • gestione delle segnalazioni per il pronto intervento: oltre 1.500 interventi al mese
  • sorveglianza continua: copertura fino a 900 km al giorno
  • gestione dei sinistri
  • gestione delle squadre operative: inviabili sulle strade fino a 50 squadre al giorno
  • censimento del patrimonio con aggiornamento del sistema informativo: inseribili oltre 2000 nuovi dati al giorno
  • monitoraggio stradale: rilievi su 100 km ogni notte
  • progettazione e direzione dei lavori

La Centrale di Governo svolge altresì le attività di progettazione, di direzione lavori e di coordinamento della sicurezza degli interventi di manutenzione ordinaria e di riqualificazione del patrimonio stradale.

Il percorso di tutte le squadre operative è rilevato costantemente attraverso il Sistema informativo TIGER Viabile che con l’utilizzo della tecnologia GPS permette di visualizzarne in tempo reale l’esatta posizione di ogni intervento manutentivo individuato.

Sorveglianza e pronto intervento continuo sul patrimonio mediante le squadre operative: le prestazioni di pronto intervento 24 ore su 24, di manutenzione ordinaria programmata e su segnalazione, sono svolte sul territorio senza soluzione di continuità per tutti i giorni dell’anno per l’eliminazione e segnalazione di eventuali situazioni di pericolosità e per mantenere sempre efficienti le strade.

La manutenzione ordinaria è svolta secondo un programma di interventi la cui priorità è valutata dal Concessionario in relazione allo stato di ammaloramento globale del patrimonio oltre che alle segnalazioni pervenute dalle squadre operative di sorveglianza, dai comandi di polizia municipale, dagli uffici municipali e dipartimentali, dalla protezione civile e dai cittadini attraverso un numero verde sempre attivo (call center dedicato) o anche via fax o via e-mail.

Importante è la valutazione che deriva dal calcolo degli indici di ammaloramento e di rischio analizzati sul territorio con le tecniche più innovative, studiate appositamente per il contesto urbano.

Da questa può scaturire la manutenzione ordinaria e straordinaria che sulle strade cittadine consiste in interventi di ristrutturazione e risanamento del patrimonio stradale esistente (marciapiedi, sedi carrabili, segnaletica, barriere di sicurezza, scolo delle acque, etc.) a valle di una progettazione e pianificazione concertata con l’Amministrazione.